Poesia. TOCCHI

TOCCHI

Nocche ossute battono tocchi.

Porte – prima sbarrate come occhi chiusi –

al terzo rintocco

– per volontà di un richiamo –

si aprono.

Mi inondo di luce e alito stelle appuntite:

spilli che per ora tornano spesso nella mia vita.

E torni nei sogni, nei gesti, nei canti.

Sei flusso che scorre al

tocco di nocche ora volte

ora conche sospese nell’accogliere pioggia.

Giovanna Fileccia

Poesia inedita

18 gennaio 2020

Poesia da una frase di Maria Bagnasco: “Per ora torni spesso nella mia vita”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...