Le mie poesie. Vuoto a perdere

Di Giovanna Fileccia da Sillabe nel Vento, Ed. Simposium 2012

VUOTO A PERDERE

Un grande fermento
nasce da dentro
riempie il vuoto
avanzando di un passo
Allunga la mano
estrapola il tormento
nasce un sorriso
tra occhi di pianto
Vuoto a perdere
reclama il valore
di una lacrima versata
tra le altre perduta
e poi ricordata

Un’estesa lacuna
agogna riempire
questa misera donna
che non vuol più soffrire
Involucro di ossa
ricoperte da un manto
corazza di gesso
dall’effimero sguardo
Sottopelle ristagna
malinconico fermento
acuto disagio
evapora sudando

Vuoto a perdere
ride e si ribella
conquista valore
espelle il tormento
Femmina incompiuta
amena sconosciuta
Senso di un presente
che sottilmente
senza trucchi
poco alla volta
con coraggio
forse… si riempie

Giovanna Fileccia

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...